lunedì 22 febbraio 2010

Dalla parte della rivoluzione dello scandaloso Tagliavento. Contro le manette di Mourinho


L'arbitraggio di Tagliavento in Inter-Sampdoria è stato coraggiosamente rivoluzionario. Il direttore di gara ha applicato con severità e rigore il regolamento e le moviole e i commentatori imparziali hanno poi dato ragione alla gran parte dei provvedimenti da lui presi: le espulsioni a Cordoba e Samuel contestate dagli interisti erano ineccepibili. Tuttavia questo stile di conduzione della gara totalmente estraneo alla nostra cultura calcistica e sportiva è risultato destabilizzante per chi era allo stadio, abituato a arbitri che con la scusa del buon senso sono soliti usare il bilancino quasi sempre però pendente a favore della squadra più importante. Lo stupore per un atteggiamento così irrituale è la miccia che ha poi portato il pubblico a inscenare una protesta fragorosa nei confronti di Tagliavento. Una contestazione che ha avuto i suoi manifesti sobillatori
Il gesto delle manette compiuto da Mourinho è estremamente grave nella sua platealità, volto ad aizzare il pubblico allo scopo di condizionare l'arbitro. E in minima parte c'è riuscito giacché un entrata a gamba tesa di Milito sulla gamba di Palombo passibile di rosso diretto non è stata sanzionata neanche con il giallo. Una non decisione inevitabile: se Tagliavento infatti avesse applicato alla lettera il regolamento, visto il clima che si era venuto a creare, rischiava l'incolumità fisica. Paradossalmente in questo calcio italiano esasperato, per un arbitro dirigere una gara senza sudditanza verso la squadra più blasonata è una colpa gravissima. Mi auguro tuttavia che lo scandaloso Tagliavento diventi un caso di scuola e venga imitato dalla maggior parte dei suoi colleghi

3 commenti:

Ernest ha detto...

Concordo. Il gesto di Mourinho è vergognoso... non si rende conto del messaggio che manda a tutti i ragazzi che giocano a calcio e che magari alla domenica si prendono la libertà di copiare lo special one... che di special ha solo lo stipendio.
saluti

Faber ha detto...

Direi che il gesto e di scuola Berlusconiana se mi passate il termine... il mondo va alla rovescia i ladri che passano per onesti.

storico ha detto...

eh già ragazzi tanto il Mou ha l'assicurazione del suo stipendio da 11 milioni netti l'anno.

un saluto