martedì 22 febbraio 2011

Il baciamano di Berlusconi al sanguinario Gheddafi


Non si mette bene Per Gheddafi: defezioni nell'esercito, ambasciatori che si dimettono, piloti di caccia che chiedono asiulo all'estero per chè si rifutano di obbedire agli ordini di bombardare la folla che protesta. Il rais ne è consapevole e in un intervento alla tv di Stato ha minacciato di fare una strage dei rivoltosi.
Berlusconi finalemtne si degna di dire qualcosa "spare sulla folla è inacettabile". Ovvietà , ma che si pretende di più? Andretti osservava giustamente che "i vicini non li possiamo scegliere" però si poteva evitare di fare il baciamano a un dittatore sanguinario. Auguriamoci che certe scene non ce le rinfaccino.


3 commenti:

giuseppe ha detto...

la mano l'ha baciata ,ci mancava solo che gli baciasse pure la minchia.......che sacchi di merda messi in piedi!!!!!!!!!!!
giuseppe

Anonimo ha detto...

tra il baciare la mano e il chiedere se, per favore, sono così gentili da venderci la loro energia (al prezzo che vogliono loro, ovviamente) non ci vedo grande differenza. Tutti i governi italiani hanno lisciato il pelo all'amico Gheddafi, e con orgoglio! Forse era meglio farsi chiamare "fratello"??? Come fece fratel Prodi???

a.s.

storico ha detto...

Bhe anonimo se non ci vede grande differenze. si prenoti ad essere il prossimo a compiere il galante gesto ;)