martedì 20 aprile 2010

Emma Bonino lascia la regione Lazio e e sceglie la poltrona in Senato


Dopo la sconfitta elettorale nel Lazio ad opera della Polverini, Emma Bonino ha manifestato l'intenzione di abbandonare il suo posto di consigliere regionale di opposizione per mantenere il ben più prestigioso ruolo di vicepresidente del Senato. "un modo per occuparsi meglio del Lazio" sostiene lei; Ma io penso si tratti di un bell'alibi per giustificare un comportamento che appare poco in sintonia con lo scarso attaccamento alle poltrone da sempre rivendicato con orgoglio dai radicali. Cambiano i tempi e con essi i valori di riferimento.

2 commenti:

Blindsight ha detto...

per me nessun alibi, semplicemente come la spiega lei stessa: l'attaccamento alle poltrone poi è altra cosa, come dici anche tu i tempi cambiano, ce ne accorgeremo soprattutto nel lazio e in calabria.
io poi non parlerei di una sconfitta, vista l'esigua manciata di voti (veri?) che hanno fatto diventare governatrice una persona che non si schiera (non so se hai sentito la sua intervista con l'annunziata: patetica), ciao laura

storico ha detto...

ciao Laura un saluto

una che dopo ha perso abbandona il posto per il quale ha chiesto i voti non da una gran bella immagine di se.

Poi ognuno è libero di vederla in maniera diversa, per carità...