mercoledì 23 settembre 2009

Gabanelli e Travaglio, i reietti della Rai


In Rai continua la caccia ai colpevoli di non essersi allineati al servizio del Cavaliere: alla redazione della Gabanelli l'azienda non ha garantito la tutela legale. Ciò significa che se qualcuno volesse denunciare qualche giornalista ( che giova ricordarlo sono tutti freelance) per un servizio di Report, la Rai non concderà copertura legale e il giornalista dovrà difendersi esclusivamente con i propri pochi mezzi. E' evidente il rischio che fiocchino denunce intimidatorio allo scopo di rendere il programma più accomodante.
Sempre allo stesso filone può essere annoverata la ventilata decisione di non consentire a marco Travaglio di apparire in video nella puntata di anno zero. Come sa chi legge questo blog sovente mi trovo in disaccordo con le sue tesi. Tuttavia questo non è un buon motivo per farlo fuori dalla RAI. tanto più che AnnoZero con Travaglio è un programma molto seguito e questo basterebbe. Evidentemente però qualcuno a Viale Mazzini ama mettere i bavagli. Magari lo stesso che mette i bastonitra le ruote alla Gabanelli. Magari dietro mandato di qualche politico.

3 commenti:

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Con tutta probabilità domani sera Travaglio sarà della puntata,pur non essendo sotto contratto.
Il suddetto giornalista non è la bocca della verità,va dato atto di fare un giornalismo preciso e molto documentato,quello che gran parte dei suoi colleghi non fanno,come si dice,tengono alle poltrone...

storico ha detto...

e ad ogni modo non si può impedire a chi fa una trasmissione di scegliersi i collaboratori,altrimenti meglio non mandare nemmeno in onda il programma

Francesco ha detto...

Marco Travaglio è tra i pochi giornalisti d'inchiesta in Italia, una persona molto competente a mio giudizio e una ricchezza per l'informazione italiana, credo...

Scarlettblue

arte-cultura-recensioni.noiblogger.com